Domenica 1 luglio al via in Sicilia le vendite di fine stagione 2018 che si concluderanno il 15 settembre.

“Ci auguriamo che anche quest’anno i consumatori siano attratti dall’etichetta “saldi” consentendo ai negozianti di affrontare il periodo dei saldi estivi con i giusti presupposti”. E’ questo l’auspicio  di Francesco Picarella, Presidente Confcommercio Sicilia, ed Alfonso Valenza, Presidente Federmoda Agrigento.

Confcommercio Agrigento e Federazione Moda Italia provinciale hanno elaborato un vademecum per tutti i consumatori che saranno alle prese con la merce in sconto, per poter acquistare in modo sicuro nel rispetto delle regole.

L’Associazione di categoria ricorda alcuni principi base:

Prodotti in vendita. I capi esposti nel periodo dei saldi devono avere carattere stagionale ed essere suscettibili di deprezzamento se non venduti entro un determinato periodo di tempo.

Pubblicità dei prezzi. Su tutti gli articoli in saldo i negozianti sono obbligatoriamente tenuti ad indicare con un apposito cartellino: il prezzo iniziale di vendita, lo sconto in percentuale applicato ed il prezzo finale.

Prova dei prodotti. Il cliente ha il diritto di provare i capi. Sono esclusi dalla facoltà di prova, i prodotti della categoria della biancheria intima ed i prodotti che per consuetudine non vengono normalmente provati.

Cambi merce. Anche durante il periodo dei saldi l’operatore commerciale si impegna a sostituire, se possibile, i capi acquistati che presentassero vizi di difformità.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: