STAGE RETRIBUITI AZIENDALI: al via l’avviso 22/2018

Pubblicato sul sito dell’Assessorato regionale della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro, l’avviso 22/2018 che prevede la realizzazione di tirocini di 6 mesi (12 mesi per i disabili) con una indennità pari a € 500,00 mensili

Chi sono i destinatari

I destinatari dell’avviso 22/2018 – tirocini extracurriculari della durata di 6 mesi (12 per soggetti svantaggiati e/o disabili) con un’indennità mensile di 500 euro a carico della Regione

  1. Giovani di età compresa tra i 16 e i 35 anni che:
    • Siano residenti o domiciliati in Sicilia da almeno 6 mesi;
    • Siano disoccupati, inattivi o in cerca di prima occupazione;
    • Abbiano una dichiarazione ISEE non superiore a 30.000,00 €.
  2. Adulti  di età compresa tra i 36 e i 66 anni che:
    • Siano residenti o domiciliati in Sicilia da almeno 6 mesi;
    • Siano disoccupati, inattivi o in cerca di prima occupazione;
    • Abbiano una dichiarazione ISEE non superiore a 30.000,00 €.
  3. Disabili ai sensi della l. 68/99 o svantaggiati ai sensi della l. 381/91 che:
    • Siano residenti o domiciliati in Sicilia da almeno 6 mesi;
    • Abbiano una età minima di anni 16;


Chi sono gli esclusi

  • Quanti hanno usufruito dei tirocinanti e attivati nell’ambito del Programma Nazionale Garanzia Giovani;
  • I soggetti iscritti ad un ordine o albo professionale relativo alla stessa professione per il quale si intende effettuare il tirocinio;
  • Soggetti coinvolti in altre misure di politica attiva finanziate da un soggetto pubblico;
  • Soggetti coinvolti in corsi di formazione per l’adempimento dell’obbligo formativo;
  • Soggetti coinvolti in servizio civile;
  • Soggetti che hanno ricevuto un finanziamento pubblico per l’avvio di un’attività d’impresa;

Anche i cittadini comunitari sono ammissibili purché in possesso di regolare permesso di soggiorno.


Durata del tirocinio e indennità

I tirocini hanno una durata di 6 mesi, estendibile sino a 12 mesi nel caso di misura dedicata a soggetti rientranti nella categoria C. E’ a carico della Regione Sicilia l’indennità di partecipazione di € 500,00 mensili. L’indennità verrà bimestralmente erogata e viene corrisposta a condizione che venga raggiunto il 70% di presenze mensili.

Il tirocinio prevede un massimo di 30 ore settimanali.


Presentazione della domanda di partecipazione

Le domande di partecipazione potranno essere presentate a partire dal prossimo 11 Giugno 2018 e per i successivi 30 giorni. Potranno essere caricate e inviate attraverso la sezione informatica resa disponibile sul Sito Istituzionale dell’Assessorato regionale della famiglia, delle politiche sociali e del lavoro oppure attraverso qualsiasi tra i 65 Centri Pubblici per l’Impiego (C.P.I.). Nel caso di caricamento on line, comunque, il destinatario dovrà presentarsi, entro 20 giorni dalla presentazione dell’istanza presso il C.P.I. per la convalida.

Graduatoria

La graduatoria viene stilata considerando come elemento primario il reddito da modello ISEE, quindi la data di nascita, infine il genere (prima il femminile). Per i destinatari della misura C la graduatoria verrà stilata per data di nascita e, successivamente, per genere (prima il femminile).


Chi sono i SOGGETTI OSPITANTI

I soggetti ospitanti dell’avviso 22/2018 – tirocini extracurriculari della durata di 6 mesi (12 per soggetti svantaggiati e/o disabili) con un’indennità mensile di 500 euro a carico della Regione devono:

  1. Avere sede operativa in Sicilia presso la quale deve svolgersi il tirocinio;
  2. Essere in regola con la normativa sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
  3. Non aver effettuato licenziamenti (ad eccezione della giusta causa o giustificato motivo soggettivo) nei 12 mesi precedenti l’attivazione del tirocinio;
  4. non aver fruito di C.I.G. nei 12 mesi precedenti l’attivazione del tirocinio;
  5. non ospitare come tirocinanti lavoratori dagli stessi licenziati nei 24 mesi antecedenti l’attivazione del tirocinio;

E’ possibile ospitare più tirocinanti ma con i seguenti limiti: 

  1. in caso di soggetto ospitante con numero di dipendenti tra zero e cinque: 1 tirocinante;
  2. in caso di soggetto ospitante con numero di dipendenti tra sei e venti: 2 tirocinanti;
  3. in caso di soggetto ospitante con numero di dipendenti superiore a venti: tirocinanti nel limite del 10% della dotazione organica;

In deroga, è prevista la possibilità di incrementare il numero di tirocinanti di:

  1. una unità se il soggetto ospitante ha assunto almeno il 20% dei tirocinanti ospitati nei 24 mesi precedenti;
  2. due unità se il soggetto ospitante ha assunto almeno il 50% dei tirocinanti ospitati nei 24 mesi precedenti;
  3. tre unità se il soggetto ospitante ha assunto almeno il 75% dei tirocinanti ospitati nei 24 mesi precedenti;
  4. quattro unità se il soggetto ospitante ha assunto il 100% dei tirocinanti ospitati nei 24 mesi precedenti;

Sono esclusi dalle limitazioni i tirocini attivati in favore di disabili e svantaggi ai sensi, rispettivamente, delle leggi 68/99 e 381/91, nonchè quelli in favore di richiedenti protezione internazionale ai sensi del DPR 21/2015, e ancora le vittime di violenza (D.lgs 286/1998) e vittime di tratta (D.lgs 24/2014).

Il tirocinio ha durata pari a 6 mesi, elevabile a 12 nei casi di soggetti disabili e/o svantaggiati e un massimo di 30 ore settimanali.

I soggetti ospitanti si candidano presso i soggetti promotori che provvederanno a trasmettere al C.P.I. competente gli aderenti; Saranno i soggetti promotori a incrociare, per competenze, domanda e offerta di tirocinio.

Al soggetto ospitante spetta il compito di nominare un tutor aziendale. Il tutor aziendale può accompagnare non oltre tre tirocinanti.

Il soggetto ospitante provvede alla copertura assicurativa dei tirocinanti presso l’INAIL nonchè per la polizza RC verso terzi.

CONTRIBUTI PER LE ASSUNZIONI DEI TIROCINANRI

E’ prevista l’erogazione di un bonus occupazionale per i soggetti ospitanti che a conclusione del tirocinio provvederanno ad assumere il tirocinante. L’importo massimo è di 14.000,00 euro in 24 mesi (6.000,00 per il primo anno e 8.000,00 euro per il secondo). Il bonus può coprire al massimo il 50% (75% per i disabili) del costo del lavoratore annuo e proporzionalmente in caso di part time alle ore previste dal CCNL di riferimento.

Possono beneficiare del bonus le imprese o i datori di lavoro intesi come coloro i quali esercitano un’attività economica, indipendentemente dalla forma giuridica. Non possono beneficiarne gli enti e le Pubbliche Amministrazioni e le persone giuridiche escluse dal regime “de minimis”.

Richiedi tutte le informazioni

Tantissime persone hanno iniziato a seguirci
e tante altre ci seguono da anni.
Tu cosa aspetti?

Orari
lun. mar. mer. giov. ven. 8:00 – 14:00
lun. mer. 14:30 -18:00

Confcommercio Agrigento

Ci occupiamo delle persone che fanno impresa nel terziario, ascoltiamo le loro esigenze e costruiamo con loro le soluzioni più utili.

Confcommercio Imprese per l’Italia di Agrigento | Via Imera 223/c, 92100 Agrigento

Tel. 0922.22791 – Fax 0922624031 – email: agrigento@confcommercio.it – www.confcommercioagrigento.com |

Licenziamenti “Girgenti Acque”, Picarella: “Speriamo non peggiori la qualità del servizio”

Ci auguriamo che i paventati licenziamenti di lavoratori della Girgenti Acque e della società “Hydortechne” non abbiamo ulteriori ripercussioni sulla qualità del servizio che è ancora lontano dall’essere definito efficiente”.

Ad affermarlo è Francesco Picarella, presidente provinciale di Confcommercio Agrigento che interviene in merito alla notizia diffusa dagli organi di stampa inerenti la Società che gestisce il servizio idrico in provincia.

Premesso che ogni tipo di concertazione attua a salvaguardare i posti di lavoro dovrà essere portata avanti dai rappresentanti sindacali – aggiunge Picarella – mi preme sottolineare come ci sia preoccupazione sulle tematiche inerenti la distribuzione dell’acqua. Non vorremmo – aggiunge – che alla perdita dei posti di lavoro si aggiungesse un proporzionale e graduale peggioramento del servizio reso. Ad oggi – dice il presidente di Confcommercio – siamo ancora in attesa di confrontarci con un sistema di distribuzione idrico efficiente, che sappia garantire acqua corrente e costi equi. Dispiace per la perdita dei posti di lavoro, ma ancor di più saremmo rammaricati se il settore commerciale e alberghiero si trovasse ancora una volta a dover fronteggiare turni idrici lunghissimi a mal funzionamenti nel sistema della distribuzione del prezioso liquido”.

Etichettatura, allergeni e sanzioni: incontro informativo dedicato ai pubblici esercizi

Il 9 maggio 2018 è entrato in vigore il D.Lgs. 231/2017 che adegua la normativa nazionale e sanziona la violazione delle disposizioni previste dal Regolamento UE 1169/2011, volto ad assicurare una adeguata informazione sugli alimenti ai consumatori.

Si ricorda che le disposizioni di maggior interesse per le imprese rappresentate riguardano:

  • l’obbligo di indicazione degli allergeni per i prodotti somministrati sul menù
  • le sanzioni per l’omessa indicazione degli allergeni
  • la conferma della disciplina del cartello recante l’indicazione di tutti gli ingredienti
  • l’indicazione di decongelato sui prodotti.

Mercoledì 23 maggio alle 15:30 faremo chiarezza su questi temi di grande interesse per la categoria dei pubblici esercizi. Ne parleremo con Gabriella Cucchiara, Presidente FIPE Agrigento, la Dott.sa Agata Petralia, Dirigente SIAN ASP di Agrigento, e il Dott. Antonio Sorce, tecnologo alimentare.

Durante l’incontro verrà presentato anche un nuovo software per la gestione degli allergeni, strumento fondamentale messo a disposizione da FIPE per le imprese rappresentate.

 

“La città che vorrei”: Confcommercio e ITC “Sciascia” interrogano cittadini per conoscere il futuro della propria città

“La città che vorrei”, è questo il titolo dell’iniziativa promossa dalla Confcommercio di Agrigento in collaborazione con l’istituto Tecnico Commerciale e Turistico Leonardo Sciascia.

“Nell’ambito del progetto di alternanza scuola lavoro, i ragazzi del terzo anno porteranno avanti un sondaggio, da sottoporre alle attività produttive di Agrigento e Favara. L’obiettivo è quello di conoscere il punto di vista dei titolari delle attività commerciali a fine di esprimere la propria idea sul futuro della propria città”. A spiegarlo è il Presidente di Confcommercio Francesco Picarella.

Al termine dell’anno scolastico saranno presentati i risultati che verranno messi a disposizione delle amministrazioni e degli enti che ne faranno richiesta.

La gestione del demanio marittimo tra imprenditoria e tutela ambientale: convegno venerdì 27 aprile

Il problema delle concessioni demaniali marittime investe 30.000 imprese italiane del settore turistico e rappresenta una delle priorità del comparto. Da anni, infatti, i concessionari demaniali con finalità turistico-ricettive (alberghi, stabilimenti balneari, camping, ristoranti, bar, concessionari in genere) vivono nell’incertezza del loro avvenire e rischiano di vedere vanificati decenni di investimenti e il loro stesso lavoro. Il futuro del comparto turistico-balneare è compromesso da una serie di cavilli legislativi nazionali e sovranazionali che, come primo effetto, ha sortito una drastica riduzione degli investimenti in un settore che era il vanto dell’economia turistica italiana, mettendo inoltre a rischio 200.000 posti di lavoro.

Un bene assolutamente da tutelare dal punto di vista imprenditoriale e ambientale, capace di generare benessere fisico e prosperità economica.

Per tali motivi la Confcommercio di Agrigento, FIPE Federazione Italiana Pubblici Esercizi e SIB Sindacato Italiano Balneari, organizzano l’incontro dal titolo  “La gestione del Demanio Marittimo tra Imprenditoria e tutela ambientale” che si svolgerà venerdì 27 aprile  alle ore 9,30 – presso l’Hotel Kaos (Via G. Gentile, 11 – Villaggio Pirandello – Agrigento),  per chiarire diversi aspetti che investono i concessionari demaniali e per fare in modo che possano districarsi sia nei meandri  della legislazione nazionale, regionale e sovranazionale, sia in quelli delle imposte, dei tributi e degli adempimenti che ciascuna impresa turistica è chiamata a rispettare per garantire una corretta utilizzazione del demanio marittimo.

L’incontro inoltre vuole dare un impulso e una sollecitazione  ai Comuni rivieraschi per accelerare la redazione dei P.U.D.M.Piano di Utilizzo delle aree Demaniali Marittime, documento di pianificazione che individua le modalità di utilizzo del litorale marino e ne disciplina gli usi sia per finalità pubbliche, sia per iniziative connesse ad attività di tipo privatistico, regolamentate mediante rilascio di concessioni demaniali marittime.

Interverranno: Francesco Picarella –Presidente Prov.le Confcommercio Agrigento; Dott. Ignazio Ragusa – Presidente Reg.le SIB-Sicilia Sindacato Italiano Balneari; C. F. Filippo Maria Parisi – Comandante Capitaneria di Porto di Porto Empedocle; Dott. Giuseppe Maragliano – Dirigente U.T.A. Ufficio Territorio Ambiente di Agrigento; Arch. Alfonso Cimino – Presidente Ordine degli Architetti della provincia di Agrigento; Avv. Antonio Giardina – Esperto di Diritto dell’Ambiente e del Demanio. Concluderà il Dott. Angelo Biondi – Responsabile Prov.le SIB Sindacato Italiano Balneari Agrigento.

Rinnovata convenzione FORD riservata agli associati

Sull’intera gamma di veicoli nuovi Ford, compresi quelli a motore gpl, sconti dal 19% al 39%

Sintesi convenzione

Ford e Confcommercio-Imprese per l’Italia hanno stretto un nuovo accordo che garantisce alle imprese associate speciali condizioni commerciali di acquisto di uno o più veicoli Ford.

Sull’intera gamma di veicoli nuovi Ford, compresi quelli a motore gpl, sono applicati sconti a partire dal 19% e fino al 39%.

I contratti partono partono dal 7 aprile 2018 al 30 giugno 2018 ed immatricolati entro il 31 dicembre 2018.

I dettagli della convenzione

Lo sconto indicato nella tabella per ogni modello sarà calcolato sul prezzo di listino al pubblico del veicolo e dei suoi eventuali accessori.

Sono escluse le imposte e/o tasse, le spese di trasporto, di preconsegna e di immatricolazione.

Si intende senza permuta di veicoli usati. In caso di permuta, la valutazione verrà eseguita direttamente dal concessionario Ford Partner.

Modello

Sconto Associato Confcommercio

Nuova Ka

Nuova Fiesta B479

21%

Ecosport MCA

19%

Tourneo Courier B460

24%

Nuova Focus*

28%

Nuova Focus gpl

26%

Nuova C-Max

25%

Nuova C-Max gpl

23%

Tourneo Connect V408

23%

Nuova Kuga

22,5%

Mondeo

24%

S-Max

25%

Galaxy

25%

Edge

25%

Mustang

Transit Courier B 460

30,37%

Transit Connect V408

34,64%

Custom V362

33,3%

Transit Custom MCA

30%

Tourneo Custom MCA

32,5%

New Transit V363

36,6%

New Transit V363 Van e Van doppia cabina

39,6%

Ranger P 375

25%

* Esclusa Focus RS

I veicoli dovranno essere pagati al concessionario FordPartner che effettuerà la fornitura, almeno 4 giorni prima dell’immatricolazione, salvo diversi accordi con il concessionario FordPartner stesso.

Il costo del trasporto, della preparazione e dell’immatricolazione sarà determinato in base a quanto stabilito nei listini suggeriti al pubblico dalla Ford Italia, sotto la voce chiavi in mano. Il prezzo chiavi in mano non comprende l’imposta denominata I.P.T., la cui competenza è delegata alle Autorità Provinciali.

La consegna dei veicoli è prevista, salvo diversi accordi, presso la sede del concessionario FordPartner fornitore.

Come usufruire dell’accordo

Per usufruire delle speciali condizioni che Ford riserva agli Associati Confcommercio, basta recarsi presso uno dei concessionari FordPartner e, all’atto della prenotazione del veicolo (firma contratto), presentare la propria Tessera Confcommercio, o Confcommercio Card, valida per l’anno in corso.

Il nuovo Regolamento in materia di PRIVACY: il 4 maggio seminario sul GDPR

Il prossimo 25 maggio entrerà in vigore il Regolamento UE 679/2016 che sostituirà l’attuale Codice della Privacy (D.Lgs. 196/2003). Il nuovo Regolamento conferma gli attuali adempimenti ma introduce anche nuovi limiti al trattamento dei dati personali.
Tra le novità:
-il Registro dei Trattamenti
-la figura del Data Protection Officer (DPO)
-il diritto all’oblio.
Inoltre il nuovo Regolamento definisce sanzioni molto elevate per l’inosservanza.
Per affrontare queste tematiche Confcommercio Agrigento ha organizzato un seminario per discutere delle nuove disposizioni che entreranno in vigore.

Appuntamento venerdì 4 maggio alle ore 15:30 presso la sede provinciale della Confcommercio in via Imera, 223/C ad Agrigento.

Corso abilitante per agente e rappresentante di commercio: aperte le iscrizioni

A chi è rivolto: Il corso è rivolto a chi desidera intraprendere la professione di agente e rappresentante di commercio.

Programma: Tecniche di vendita, diritto commerciale, tecniche di comunicazione, legislazione tributaria, tutela previdenziale, fenomeni estorsivi

Durata del corso: 80 ore

Orari: lunedì-mercoledì-venerdì

Sede del corsoConfcommercio Agrigento – via Imera, 223/C

Modalità iscrizione al corso: presso la nostra sede provinciale con copia del documento di riconoscimento e copia del titolo di studio.

INIZIO CORSO: maggio 2018

AL TERMINE DELL’ESAME FINALE SARA’ RILASCIATO L’ATTESTATO ABILITANTE PER LA PROFESSIONE DI AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO per l’iscrizione alla Camera di Commercio .

Abrogazione scheda carburante

La Legge di Bilancio 2018 è intervenuta modificando la disciplina che regolamenta l’acquisto di carburanti e lubrificanti da parte dei soggetti passivi IVA.
Dal 1 luglio 2018 non si potranno più usare le schede carburante, i distributori sono tenuti quindi ad emettere nei confronti dei clienti soggetti passivi IVA fattura in formato elettronico. La fattura elettronica emessa non conterrà più l’indicazione dei chilometri di percorrenza del veicolo e verrà emessa ad ogni rifornimento.
La Legge di Bilancio ha inoltre disposto che le spese per carburante per autotrazione sono deducibili (nelle percentuali previste per lo specifico veicolo, 100% o 20%) solo se effettuate mediante carta di credito, di debito o carta prepagata, emesse da operatori finanziari opportunamente individuati.
Per quanto riguarda invece la detraibilità IVA, essa spetta esclusivamente se l’operazione viene provata da un pagamento con i mezzi sopra indicati, oppure da altro mezzo ritenuto idoneo, per quest’ultima fattispecie si è in attesa di un apposito provvedimento da parte dell’Agenzia delle Entrate. Ai distributori di carburante verrà riconosciuto a partire dal 1 luglio 2018 un credito di imposta pari al 50% del totale delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate con sistema di pagamento elettronico. Tale credito potrà essere utilizzato esclusivamente tramite compensazione con F24 a decorrere dal periodo successivo la maturazione dello stesso. In alternativa alla fatturazione in formato elettronico tra il distributore e il soggetto passivo IVA, si potrà ricorrere all’utilizzo di particolari “carte” distribuite dalle maggiori compagnie petrolifere, le quali provvederanno ad emettere la fattura riepilogativa dei vari rifornimenti alla fine del mese di competenza.